Via Mazzini, 39 Clusone (BG)
  Tel. e Fax 0346.24666 
 
info@pezzoliarte.com

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione
 

SERGI BARNILS
Verger acolorit

Dal 1 Agosto al 31 Agosto 2015

Inaugurazione sabato 4 Luglio - ore 18.00

 
 

 

      Sergi Barnils, Arazzo, 2014 - tecnica mista su tela, cm. 245x150

 

 

Sergi Barnilis torna a Clusone alla Galleria Franca Pezzoli Arte Contemporanea e presenta, oltre alle suoi classici dipinti, anche splendidi arazzi di grandi dimensioni, monotipi firmati e autenticati, presentati per la prima volta in questo spazio.

 
SERGI BARNILS, Senza titolo, 2014 Tecnica mista su tela, 150,0 x 240
La tecnica usata da Barnilis è particolare; la tela viene trattata con cera materica e opaca: la tecnica dell’encausto. Diversi passaggi di strati di colore e collage la fanno diventare come una lavagna su cui l'artista traccia immagini stilizzate e graffiti, quasi ideogrammi preistorici. Il tema delle sue opere è sempre quello della “Città della luce” descritta nel capitolo 21 dell'Apocalisse, il Vangelo profetico di Giovanni.

Quando Barnilis mi spiegò questo, rimasi perplesso perché dell'Apocalisse conoscevo solo la parte più drammatica, quella della punizione ed invece le sue opere trasmettono pace e gioia. La spiegazione di questa apparente divergenza è semplice, il capitolo 21 è quello in cui Giovanni descrive la nuova vita nella “Città della Luce, cioè la parte del premio e non della condanna eterna.
Se mi permettete riporto i brani dell'apocalisse:
     
    SERGI BARNILS, Concinnitat de la Ciutad Celeste, tecnica mista su tela, cm. 120x120
    Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra perché II cielo e la terra di prima erano scomparsi e Il mare non c'era più. Vidi anche la Città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal Cielo, da Dio, pronta come sposa adorna per il suo sposo. "Udii allora una voce potente che usciva dal trono: “Ecco la dimora di Dio con gli uomini!

    Egli dimorerà tra di loro
    ed essi saranno suo popolo
    ed egli sarà il 'Dio-con-loro:’,
    e tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
    non ci sarà più la morte,
    né lutto, né lamento, né 'affanno,
    perché le cose di prima sono passate".

    Le nazioni cammineranno alla sua luce e i re della terra a lei porteranno la loro magnificenza. Le sue porte non si chiuderanno mai durante il giorno, poiché non vi sarà più notte. E porteranno a lei la gloria e l'onore delle nazioni
    (dal Capitolo 21dell'Apocalisse)
È questa, questa liberazione dal male e trionfo del bene e dell'amore che ispira Barnilis. Ogni segno riportato nelle sue opere ha un significato preciso: la santa trinità, le anime, ecc... Le anime sono rappresentate come vele, che affollano il percorso verso la “Città della Luce”.

Giovanni Gelmini
 

 
 

 
SERGI BARNILS, Dotze àngels tenien cura de les portes, tecnica mista su tela, cm. 130x130

SERGI BARNILS
Verger acolorit

Franca Pezzoli Arte Contemporanea,
Via Mazzini, 39
Clusone

Dal 1 Agosto 2015 al 31 Agosto 2015

Inaugurazione, con la presenza dell'artista Sabato 1° Agosto - ore 18:00
Orari galleria:
tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30
e dalle 16.00 alle 19.30
chiuso il Mercoledì

Ingresso libero


Informazioni:
Tel. e Fax 0346.24.666

info@pezzoliarte.com